OK

Disposizioni da rispettarsi

I soci attivi dell’ASG, in qualità di gestori patrimoniali indipendenti, devono rispettare le disposizioni riportate di seguito.

 

Statuti

 | Tutti i soci sono tenuti a rispettare le disposizioni degli Statuti e – nella misura in cui esse trovano applicazione nel loro caso specifico – le Regole deontologiche per l’esercizio della gestione indipendente di patrimoni, nonché le eventuali decisioni prese dai competenti organi dell’Associazione e le direttive emanate da questi ultimi. Essi si assoggettano al Tribunale d’onore (artt. 23 e segg.) e al Tribunale arbitrale (artt. 27 e segg.) istituiti dall’Associazione, rinunciando ad adire i tribunali statali.

 

LRD

 | La LRD costituisce la base giuridica concernente la vigilanza e la prevenzione nell'ambito della lotta contro il riciclaggio di denaro ed impone agli intermediari finanziari svizzeri precisi obblighi di diligenza che devono essere osservati nell'esercizio della propria professione, al fine di combattere il fenomeno del riciclaggio di denaro il più efficacemente possibile.

 

Regolamento LRD ASG

 | Il Regolamento sulla prevenzione e la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo (Regolamento LRD ASG) concretizza gli obblighi degli associati nell’ambito della LRD. Tale Regolamento si applica ai gestori patrimoniali affiliati all’organismo di autodisciplina dell’ASG.

 

Codice deontologico

 | Il Codice deontologico per l’esercizio della gestione indipendente di patrimoni contiene norme di etica professionale, il cui rispetto offre la garanzia di una gestione patrimoniale seria e corretta. Ne fanno parte tra l’altro l’impegno a salvaguardare gli interessi del cliente, la creazione di rapporti trasparenti e la lotta agli abusi. Esso contiene disposizioni concernenti la gestione patrimoniale indipendente, affina e precisa le norme legali relative al mandato di gestione patrimoniale e fissa standard minimi per quanto attiene al contenuto che un tale contratto scritto deve presentare. Inoltre, prevede principi relativi alla riservatezza, al divieto di effettuare operazioni d’investimento non autorizzate e ai patrimoni in giacenza. Il Codice deontologico si applica anche ai soci con autorizzazione statale, nella misura in cui le leggi loro applicabili o la loro autorità di vigilanza non determinino altri obblighi aggiuntivi.

 

Regolamento di controllo e disciplina

 | Il regolamento di controllo e disciplina ha come scopo il controllo dell’adempimento del Codice deontologico per l’esercizio della gestione indipendente di patrimoni (“Codice deontologico”), della Legge sul riciclaggio di denaro (“LRD”) e del Regolamento sulla prevenzione e la lotta contro il riciclaggio di denaro e il finanziamento del terrorismo da parte dei soci dell’Associazione Svizzera di Gestori di Patrimoni (ASG). Questo regolamento determina le società riconosciute per esercitare i controlli, il ritmo di questi ultimi, come pure i principi correlati a tali controlli e ai rendiconti. Questo regolamento fissa altresì sanzioni adeguate in caso di violazione del Codice deontologico e ne regolamenta la procedura. Esso stabilisce parimenti la procedura per ristabilire una situazione conforme all’ordinamento. Tutti i soci attivi che soggiacciono all’Organismo di autodisciplina sottostanno a questo regolamento. Questo regolamento, con riferimento al Codice deontologico, vale anche per i gestori indipendenti di patrimoni che, in qualità di intermediari finanziari ai sensi dell’art. 2 cpv.3 LRD, sono direttamente sottoposti alla FINMA.