OK

Nuove leggi sui servizi e sugli istituti finanziari

Cosa abbiamo raggiunto negli ultimi mesi per quanto riguarda la LSF/LIFin per il settore dei gestori patrimoniali indipendenti? Grazie all’Associazione Svizzera di Gestori di Patrimoni (ASG), in futuro i GPI saranno autorizzati dall’Autorità federale di vigilanza sui mercati finanziari (FINMA), senza che quest’ultima eserciti una sorveglianza diretta. Insieme ai nostri partner, siamo riusciti a convincere con successo il parlamento, l’amministrazione e l’autorità di vigilanza in merito a questo modello alternativo. Per noi è fondamentale che il modello funzioni anche nella pratica. Ci siamo quindi battuti con successo a livello legislativo per delle disposizioni a favore delle PMI, per quanto riguarda le funzioni e la divisione dei compiti. In tal modo abbiamo garantito certezza giuridica e prevedibilità del diritto. E il nostro lavoro non è ancora finito. Siamo presenti in tre gruppi di lavoro e ci impegniamo affinché le disposizioni rimangano conformi anche a livello di ordinanza.  

 

Uno sguardo al futuro: la procedura di consultazione delle ordinanze è prevista durante la pausa estiva del 2018, in seguito alla procedura di conciliazione delle divergenze che si concluderà nell’estate del 2018. È quindi realistica un’entrata in vigore al 1° gennaio 2020 con dei termini transitori che possono durare fino a tre anni. Di conseguenza, un GPI dovrà essere affiliato all’Organizzazione di Vigilanza (OdV) e dovrà avere depositato una richiesta di autorizzazione presso la FINMA entro il 31 dicembre 2022. Il nostro organismo di autodisciplina (OAD) sarà integrato con il nuovo OdV durante la fase di transizione, allo stesso tempo accompagneremo i nostri soci nel processo di trasferimento all’OdV.