OK

Legge sull’assistenza amministrativa fiscale

Premessa

 | Già nel 2009 il Consiglio federale ha deciso di adeguare le disposizioni sull’assistenza amministrativa contenute nelle convenzioni sulla doppia imposizione (CDI) ai principi sanciti dall’art. 26 del modello di convenzione OCSE. Ne deriva che la Svizzera presta assistenza amministrativa anche nella procedura di tassazione. Ai sensi della nuova legge, gli Stati esteri possono rivolgere alla Svizzera domande raggruppate per la concessione di assistenza amministrativa in materia fiscale. Dette domande richiedono una descrizione della procedura adottata dai clienti bancari per evitare la tassazione e vanno chiaramente distinte dalle cosiddette «fishing expedition» (domande senza indizi concreti). Le domande raggruppate sono ammesse per informazioni in merito a fattispecie successive all’entrata in vigore della legge.

 

Status

 | La legge sull’assistenza amministrativa fiscale, entrata in vigore il 1° febbraio 2013, è finalizzata in primo luogo all’attuazione delle convenzioni sulla doppia imposizione in cui la Svizzera applica lo standard OCSE. Questa legge è già stata sottoposta a una revisione parziale. La procedura di consultazione relativa alla revisione parziale è terminata il 18 settembre 2013. La legge sull’assistenza amministrativa fiscale è entrata in vigore con effetto al 1° agosto 2014. La modifica comprende una nuova disposizione che in casi eccezionali prevede una procedura di informazione a posteriori delle persone legittimate a ricorrere, nonché precisazioni in merito a domande raggruppate. La Svizzera soddisfa quindi il vigente standard internazionale sull'assistenza amministrativa in materia fiscale come pure una raccomandazione supplementare del Global Forum on Tax Transparency.