OK

L’attività di vigilanza ASG

Prevenzione e consulenza

 | Nell’ambito della sua attività di vigilanza, l’ASG applica in primo luogo una politica di prevenzione. Una prima verifica si svolge durante la procedura di ammissione, nella quale l’ASG controlla se i richiedenti soddisfano i requisiti statutari per essere ammessi all’Associazione. L’ASG intende fornire il massimo sostegno ai propri soci per quanto riguarda il rispetto e l’applicazione della LRD e delle regole deontologiche. A tale scopo l’Associazione fornisce quindi consulenza e offre opportunità di formazione e perfezionamento. L’intento è ridurre le eventuali violazioni del Codice deontologico e della LRD. L’ASG controlla le modifiche in atto presso i suoi soci, di cui gli stessi sono tenuti a informare l’Associazione.  

 

Revisione

 | Un altro importante strumento di vigilanza è costituito dalla revisione annuale, volta a rinvenire eventuali lacune nell'ambito dell'applicazione del Codice deontologico e della LRD nonché violazioni a dette normative da parte degli associati. La revisione viene eseguita da uffici di revisione esterni indipendenti.

 

Controllo e sanzioni

 | Avvalendosi di un adeguato sistema di controllo e sanzione, l’ASG garantisce il rispetto delle regole da parte dei suoi soci. In caso di violazioni delle regole deontologiche o della LRD, la direzione OAD ha la competenza per adottare le misure opportune, che vanno dal semplice ammonimento, in caso di infrazioni lievi, alle penali convenzionali nei casi più gravi fino all’espulsione dall’associazione, in caso di palese illecito.

 

Reclami dei clienti contro un gestore patrimoniale  I gestori patrimoniali aderenti all’ASG si sono impegnati a rispettare le norme in materia di riciclaggio di denaro e il Codice deontologico svizzero per l’esercizio della gestione indipendente di patrimoni. Pertanto, i clienti di un socio hanno la possibilità di presentare all’Associazione un reclamo scritto riguardante il loro gestore patrimoniale. In caso di fondato sospetto di violazione delle regole deontologiche o delle prescrizioni concernenti il riciclaggio di denaro, l’ASG avvierà una procedura interna. Tale indagine non sostituisce tuttavia il procedimento civile, come ad esempio un’istanza di risarcimento di danni derivati dalla gestione del patrimonio.

Per maggiori informazioni potete rivolgervi a un ufficio dell’ASG situato nella vostra regione.